Tag Archives: New York

18/11/2012 by Kata Kőműves

A dark road, the solitary walk of an enlightened man of car lights, the only light that shows the way. Sometimes just a particular to tell us many things. We do not see his face, but we can imagine his thoughts and if we listen we can hear the sound of his footsteps on the pavement. A metropolitan ambience that might remind a movie of 1969, directed by John Schlesinger, Midnight Cowboy, where the young Texan Joe Buck, tired of his boring life and full of bad memories and his work as a dishwasher in a diner, decided to go to New York.
(rewiew by Roberta Pastore)
Una strada buia, il cammino solitario di un uomo illuminato di fari delle automobili, unica luce che gli indica la strada. A volte basta un particolare a raccontare molte cose. Non vediamo il suo volto, ma possiamo immaginare i suoi pensieri e se stiamo in ascolto possiamo sentire il rumore dei suoi passi sull’asfalto. Un ambientazione metropolitana che potrebbe ricordare un film del 1969 diretto da John Schlesinger Un uomo da marciapiede (Midnight Cowboy) dove Il giovane texano Joe Buck, stanco della sua vita noiosa e piena di brutti ricordi e del suo lavoro di lavapiatti in una tavola calda, decide di partire per New York.

05/10/2012 by Luigi Sannino

Sciuscià from New York….
“Povertà organizzata” … una volta gli “Sciuscià” si incontravano soprattutto per strada (e in molte città del mondo è ancora così), qui Luigi Sannino ci mostra un angolo di New York dove è possibile farsi pulire le scarpe al coperto, su comode poltrone. L’immagine che ne esce è quella di una attività organizzata, con le scarpe sul ripiano, la gente in fila, i clienti che sembrano appartenere alle più diverse classi sociali. Ma poi c’è il volto in primo piano che – sebbene fuori fuoco – ci riporta alla realtà e ci sottolinea come sia sempre la povertà a spingere gli “Sciuscià” a questo tipo di lavoro.