Category Archives: Events by Amos Farnitano

VEE SPEERS: BORDELLO

bord_108_low_res

The Little Black Gallery is proud to present!
!VEE SPEERS: BORDELLO !
from 4 March – 12 April 2014
‘She shows beauty where beauty can be terribly absent’ Karl Lagerfeld
The romantic decadence of Paris nightlife in the 1920s and 30s (eternalized most famously by the photographs of Brassai) comes to life afresh in this series of sensuous photos shot
on location in former bordellos where the lavish decors have survived intact.
Vee Speers, an Australian artist who has lived in Paris for more than 20 years, has created
edgy photos that play with seduction, sensuality and femininity.!The photographs have been printed using a hand-rendered Fresson charcoal process which gives a more authentic, painterly quality to the images.

Vee Speers was born in Australia and has lived in Paris since 1990. Her timeless portraits, including ‘The Birthday Party’, have been exhibited and published worldwide and are part of many private and museum collections including the Elton John Collection, Michael
Wilson Collection, DZ Bank, Museum 21C Kentucky, George Eastman House, Museum of Fine Arts Houston, Clerici Collection Italy. Speers has published two books: Bordello
with a foreword by Karl Lagerfeld (Ear Books, 2005), and The Birthday Party
(Dewi Lewis, 2008).

The Little Black Gallery

13A Park Walk SW10 0AJ
020 7349 9332
www.thelittleblackgallery.com

 

In bright light . Photographs by Herb Ritts

Dal 11/12/2013 al 30/03/2014
AuditoriumExpo 

ritts

In bright light . Photographs by Herb Ritts , designed specifically for the new exhibition space AuditoriumExpo .
More than a hundred pictures of one of the greatest performers of international photography , portrait painter among other celebrities of the Hollywood star system (Madonna , Michael Jackson, Richard Gere ) and fashion, but also the author of works on the body and landscapes .

Herbert Ritts (Los Angeles, August 13, 1952 – Los Angeles , December 26, 2002 ) was an American photographer and director .
It was a fashion photographer who has focused primarily on photography in black and white portrait , inspired by the style of classical Greek sculpture . As a result, some of his most famous works are male and female nudes in the style that can be called glamor photography .

Entrance :
10 EUR + agency fees
reductions:
7 Euros ( over 65, under 26 , Parco della Musica Card) + agency fees
€ 8 ( concessions) + agency fees
4 € ( school groups ) + agency fees
Free entrance for disabled people and carers

Hours:
Monday to Thursday and Sunday from 12 am to 20;
Friday and Saturday from 12 am to 22.

In piena luce. Fotografie di Herb Ritts, concepita espressamente per il nuovo spazio espositivo AuditoriumExpo. 

Oltre cento immagini di uno dei più grandi interpreti della fotografia internazionale, ritrattista tra l’altro delle celebrities dello star system hollywoodiano (Madonna, Michael Jackson, Richard Gere) e della moda, ma anche autore di lavori sul corpo e sui paesaggi.

Herbert Ritts (Los Angeles, 13 agosto 1952 – Los Angeles, 26 dicembre 2002) è stato un fotografo e regista statunitense.
È stato un fotografo di moda, che si è concentrato soprattutto sulla fotografia in bianco e nero e sul ritratto, ispirandosi allo stile della scultura della Grecia classica. Di conseguenza, alcune delle sue opere più famose sono nudi maschili e femminili nello stile che può essere definito fotografia glamour.

Creatore delle immagini più incisive, sognanti e perfette dello star system hollywoodiano, Herb Ritts è stato un grande interprete della fotografia internazionale. Suoi sono molti dei ritratti che hanno costruito, è proprio il caso di dirlo, celebrities come Madonna, Michael Jackson o Richard Gere. Sue sono le fotografie patinate e oniriche della moda, dove gli abiti lucenti di Versace, i corpi perfetti delle modelle, sono immersi in una luce piena e vaporosa.
Concepita espressamente per l’AuditoriumExpo, In piena luce è una retrospettiva eccezionale di immagini di Herb Ritts, tra le più celebri ed altre inedite, provenienti dall’Herb Ritts Foundation di Los Angeles. In esposizione oltre 100 preziose fotografie di diverso formato, dalle imponenti stampe al platino, alla serie di stampe ai sali d’argento di medio formato fino alle grandi gigantografie spettacolari. I celebri ritratti realizzati da Herb Ritts, le fotografie di moda, i lavori sul corpo, le straordinarie immagini della California, l’eccezionale reportage sull’Africa.
Lo stile di Herb Ritts è inconfondibile, nutrito di uno sguardo potente – uno sguardo che idealizza – e che arrivò proprio nel momento giusto. Uomo colto e sensibile, appassionato di arte e di storia della fotografia, Ritts studiava le composizioni classiche, la plasticità del dialogo tra i corpi nell’arte rinascimentale, così come nelle fotografie di inizio secolo. Rapito dal rigore formale del fotografo tedesco Herbert List (suo riferimento irrinunciabile per tante immagini), Ritts cercava di comprendere il mistero che risiede al fondo di quelle perfette composizioni di luci e di volumi che, spesso distrattamente e con superficialità, vengono chiamate semplicemente “fotografie di moda”. Come è possibile restituire sulla carta fotografica il tocco serico di un tessuto cangiante, come mantenere l’aura magica di piacere che un abito di alta sartoria emana, come mettere in relazione l’aria densa di un giorno di sole con il vento, la sabbia del deserto, la pelle di una modella?
Tutte le immagini create dalla fantasia e dalla professionalità di Herb Ritts nascono dal lavoro intorno a questi temi e dalla possibilità di trovare a ogni momento, per ogni immagine da realizzare, una nuova soluzione, una nuova risposta. Gli elementi naturali di cui si alimentava il suo sguardo – il vento, la luce e la terra della California, l’orizzonte a perdita d’occhio, gli spazi immensi – entrano in ogni sua fotografia. Il risultato è una combinazione, rara e preziosa, geniale eppure semplice, di questi ingredienti.
Così come i lavori sui corpi statuari, sulle atmosfere africane, anche i ritratti di Ritts appaiono inimitabili, nati ognuno da un’intesa profonda, un’affinità intellettuale, spesso da un rapporto di amicizia. Madonna si affidò a lui per la costruzione della sua multiforme immagine e per la foto della copertina di True Blu, il suo primo LP di successo.
Nello stesso modo Liz Taylor, altra grande amica del fotografo, confidò proprio al suo obiettivo tutta la fragilità del suo corpo: la sua testa bianca, quasi completamente rasata dopo l’operazione di tumore al cervello, riempie senza vergogna il rettangolo dell’inquadratura, stagliandosi elegante sul nero dello sfondo. E ancora, il corpo sinuoso di Tina Turner, lo sguardo e gli occhiali di William Burroughs, le guance straripanti di Dizzy Gillespie che si espandono su uno sfondo bianco. Non esiste alcuno standard, nessuna formula preconfezionata nei ritratti di Ritts. Per ognuno, il fotografo inventava una creazione originale e semplice, tagliata su misura, folgorante e perfetta. E per ognuno di loro, esattamente come è avvenuto per le cinque supermodelle della sua foto forse più celebre, Ritts realizzava una creazione autonoma.

Entrata:
10 euro + spese d’agenzia
Riduzioni:
7 euro (over 65, under 26, Parco della Musica Card) + spese d’agenzia
8 euro (convenzioni) + spese d’agenzia
4 euro (gruppi scolastici) + spese d’agenzia
Ingresso gratuito per disabili e accompagnatori

Orari:
dal Lunedì al Giovedì e Domenica dalle ore 12 alle ore 20;
Venerdì e Sabato dalle ore 12 alle 22.

Neighborhood Coppedè A timeless place in the heart of the capitol

30 gennaio 2014 – 28 febbraio 2014

1 (6)_compressed

The initiative began as The project “Will to emerge” devised by Dario Biello and produced by the Cultural Association Cinema Young. WRE’s main objective is the discovery and spreading of the architecture of the ’900, often understimated by a generation that does not recognize the real value of these buildings, that instead represent the link between past and future. The history of the district started in 1916 by the genius of Gino Coppedè, not far away from “Piazza Buenos Aires”, on the today’s via Tagliamento in Rome. A wave of decorations and volumes generated at the focal point of the Mincio square to create a magical atmosphere with feelings that intertwine continuously with different styles belonging to the medieval tradition, to the Liberty period , but also being typically Roman and Classic.

The initiative began as a project to resurface Want devised by Dario Biello and produced by the Cultural Cinema Young. VDR’s main objective is the discovery and spread of the architecture of the ‘900 often devalued by a generation that does not recognize the real value of these buildings instead represent the link between past and future. The history of the district was founded in 1916 by the genius of Gino Coppedè, near Piazza Buenos Aires, the current via Tagliamento in Rome. A wave of decorations and volumes generated at the focal point of the square around the Mincio create a magical atmosphere between feelings that intertwine continuously with different styles belonging to the medieval tradition, to liberty, but also to taste typical Roman and classic.


ORARIO
10.00 – 21.00


TARIFFE
Ingresso libero


INDIRIZZO
Piazza Colonna, Roma